Il  Corpo Forestale Regionale FVG annuncia una interessante e spettacolare dimostrazione antincendio

giovedì 20 giugno 2019
Il  Corpo Forestale Regionale FVG annuncia una interessante e spettacolare dimostrazione antincendio

A distanza di pochi giorni dalla pubblicazione del Comunicato della Presidenza del Consiglio circa la campagna estiva antincendio boschivo, il Corpo Forestale Regionale della Regione Friuli Venezia Giulia annuncia la sua partecipazione a Boster nord est 2019, presentando un articolato programma di interventi distinti in due aree: una di tipo informativo-divulgativa, una di tipo dimostrativa.

Attraverso la prima attività (informativa-divulgativa), all’interno del proprio stand gazebo, il Corpo Forestale Regionale distribuirà pubblicazioni, manifesti, depliant ed altro ancora, fornendo ogni utile notizia, al fine di far conoscere al grande pubblico l’attività del Corpo Forestale Regionale che quest’anno compie 50 anni.

Relativamente alla sezione “dimostrativa”,  la domenica mattina personale del il Corpo Forestale Regionale e Squadre comunali della Protezione civile interverranno congiuntamente dando vita ad una interessante e spettacolare dimostrazione antincendio.

Tale dimostrazione, oltre ad essere finalizzata al raggiungimento degli scopi propri che il CFR si prefigge e cioè:

  • sensibilizzare i cittadini sul tema degli incendi boschivi;
  • armonizzare le tecniche operative e trovare le migliori sinergie possibili da parte delle varie componenti del sistema regionale di difesa degli incendi boschivi;
  • testare le attrezzature in dotazione;

tratterà il tema principale della simulazione di un intervento di spegnimento in un’area boscata colpita dagli schianti e interessata da un incendio.

A partire dalla tarda estate, quando si presume che le piante divelte e schiantate dalla tempesta Vaia progressivamente perderanno l’umidità e di conseguenza si seccheranno, potrebbero diventare potenzialmente materiale vegetale ad elevata infiammabilità. La presenza a terra di una tale quantità di necromassa  prefigura scenari di intervento di una certa complessità. Infatti, oltre a dar origine, in certi contesti metereologici, a fiamme di forte intensità si aggiunge la difficoltà a penetrare e la conseguente impossibilità ad eseguire le operazioni di spegnimento e bonifica.

La dimostrazione, simulando questo tipo di scenario, avrà lo scopo di mettere a punto le migliori tecniche per poter affrontare questo problema.

Per lo spegnimento verranno interessati quattro tipologie di aree:

  1. rifornimento idrico;
  2. attacco diretto in zona impervia e non raggiungibile con mezzi;
  3. attacco diretto in zona lungo strada e in parte lungo pista forestale;
  4. attacco diretto alla testa dell’incendio con l’impiego dei sistemi automatici tipo sprinkler.

SCARICA IL PROGRAMMA             

La disponibilità di mezzi di cantiere in zona permetterà l’impiego di attrezzature meccaniche  per realizzare, lungo il perimetro dell’incendio, un tratto di “staccata” con debole sovescio del suolo per poter effettuare una  migliore bonifica.

Inoltre, su una limitata superficie si farà ricorso all’impiego di acqua additivata per la produzione di schiume ad elevata densità con l’intento di testare l’effetto barriera di queste sostanze per la creazione di ancoraggi sicuri ed evitare l’espansione dell’incendio.

Queste operazioni vedranno coinvolte una trentina di persone tra personale forestale, funzionari della Protezione civile e volontari delle Squadre AIB.

Per saperne di più, restate sempre aggiornati al nostro sito www.fieraboster.it e alla pagina Facebook Fiera Boster.

Patrocini